Poached Pears al Vino Rosso Speziato

Poached Pears al Vino Rosso Speziato

Un dessert “old fashioned” per portare un tocco rétro e benaugurante alla nostra tavola delle feste: queste pere cotte nel vino rosso speziato con la cannella, i chiodi di garofano e la scorza di arancia mi hanno conquistata!

Abbinate alla dolcezza della morbida meringa italiana caramellata sono da provare assolutamente!

Ecco la ricetta!

POACHED PEARS AL VINO ROSSO SPEZIATO

  • 4 pere di dimensioni simili, non troppo mature
  • 300 ml di vino rosso
  • 200 ml di acqua
  • 180 gr di zucchero (nel mio caso vanigliato
  • 1 stecca di cannella
  • 2 chiodi di garofano
  • La buccia di un’arancia bio

Sbucciare le pere con cura affinché mantengano una forma regolare. Pareggiare la base in modo che poi possa stare in piedi sul piattino in cui le serviremo.

In un pentolino mescolare il vino rosso con l’acqua, lo zucchero e le spezie con la buccia di arancia. Immergervi le pere e portare ad ebollizione.

Cuore a fuoco lento per circa 45 min (le pere dovranno essere morbide, ma mantenere una consistenza compatta). 

Togliere le pere e farle raffreddare.  Il vino si sarà trasformato in un delizioso sciroppo da usare come guarnizione.

MERINGA ITALIANA PER ACCOMPAGNARLE

  • 100 gr di albumi temperatura ambiente
  • 200 gr di zucchero semolato
  • 30 gr di acqua

In un pentolino alto e stretto, riunire lo zucchero e l’acqua. Metterlo sul fuoco e mescolando, farlo sciogliere. Quando lo sciroppo di zucchero sarà giunto alla temperatura di 110°, iniziate a montare gli albumi. Una volta che lo sciroppo avrà invece raggiunto la temperatura di 121°, versarlo a filo sugli albumi, continuando a montare fino a completo raffreddamento del composto. 

Si otterrà una meringa lucida, stabile, che potremo servire a cucchiaiate per accompagnare le pere cotte guarnite con lo sciroppo di vino speziato ottenuto.

Con un cannello procedere con la caramellatura (in alternativa passare sotto il grill caldo del forno per qualche minuto).

Suggerimenti:

Ho usato le meringa italiana e le pere cotte come decorazione per una chiffon cake cioccolato e pere fantastica, resa ancora più speciale dallo sciroppo di vino speziato. A prestissimo per la ricetta completa!

Torta di Mele alla Panna

Torta di Mele alla Panna

Questa torta supermorbida alle mele e panna (panna fresca da usare nell’impasto) è una delle ricette più gettonate del mio profilo Instagram!

E’ piaciuta talmente tanto che è diventata uno dei miei cavalli di battaglia.

Adoro presentarla nella teglia in alluminio che era di mia mamma Clelia: ho come la sensazione che venga ancora più buona, ma forse è la dolcezza del ricordo che la accompagna.

Qui è presentata nella versione con le mele: il risultato sarà meraviglioso anche con la vostra frutta di stagione preferita!

Ecco la ricetta:

TORTA DI MELE ALLA PANNA

Ingredienti (per una tortiera da circa 22-24 cm)

200 gr di farina 

50 gr di olio di girasole

120 gr di zucchero 

2 uova

1 pizzico di sale 

200 ml di panna da montare liquida (quella del banco frigo)

10 gr di lievito per dolci

buccia grattugiata di un limone bio 

cannella (per chi piace)

2 mele golden (o quelle che avete a casa) 

Procedimento

Montare con le fruste elettriche a lungo (circa 10 minuti) le uova con lo zucchero, finchè aumenteranno di volume.

Aggiungere l’olio, la buccia grattugiata di limone, il pizzico di sale, la panna ed infine la farina setacciata con il lievito. 

Trasferire in una tortiera (da 22-24 cm) ricoperta di carta forno (o imburrata ed infarinata) e disporre le fettine di mele a raggera come nella foto qui sotto.

Cospargere con zucchero di canna e cannella. Infornare a 180° per circa 40 minuti (fare sempre la prova stecchino, per verificare che la torta sia cotta). 

Una volta pronto, sformare il dolce e spolverizzare di zucchero a velo.

Gustare tiepida. Vi darà grandi soddisfazioni in ogni momento della giornata!

Torta di mele in stile vintage

La Chiffon Cake di Barbara

La Chiffon Cake di Barbara

Una ricetta alla quale sono particolarmente affezionata questa, perchè è un regalo della mia amica Barbara, splendida padrona di casa del Bed & Breakfast Cututisuite a Ziano Piacentino: un luogo incantevole dove immergersi nella bellezza, con l’allegra (e per me importantissima) compagnia del suo Golden Retriever Giotto.

La mia versione qui di seguito è declinata per uno stampo più piccolo da 18 cm: un aroma di vaniglia e limone che sa di cose buone d’altri tempi, che mi riporta subito in un luogo in cui vorrei essere @cucutisuite , e dove presto tornerò!

CHIFFON CAKE DI BARBARA

Ingredienti:

(per uno stampo da 18 cm)

  • Zucchero extrafine 150 g
  • Farina 145 g
  • Acqua 100 g
  • Olio di semi di girasole 60 g
  • Uova  grandi 3
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Scorza di limone bio 1/2
  • Lievito in polvere per dolci ½ bustina
  • Cremor Tartaro 4 g (mezza bustina)
  • Sale fino  1 g

Setacciare la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero extrafine ed il sale e mescolare.

Separare i tuorli dagli albumi, e montare quest’ultimi molto bene assieme al cremor tartaro (darà una consistenza particolare alla torta, supersoffice).

Nel frattempo, mescolare i tuorli (non serve montare) con l’acqua, l’olio e aggiungere gli aromi (estratto di vaniglia e buccia di limone grattugiata).

Incorporare gli ingredienti secchi (farina+lievito+sale) e mescolare delicatamente. Infine aggiungere gli albumi montati ed amalgamare con una spatola delicatamente con un movimento dall’alto al basso, per mantere il composto arioso.

Versare il composto in uno stampo da chiffon cake (in questo caso non serve imburrare ed infarinare) e cuocere in forno ventilato a circa 160° per 30 minuti (fare la prova stecchino).

Una volta cotta, capovolgere e lasciare raffreddare completamente. Lo stampo da chiffon cake ha dei piedini ed il fondo removibile che rendono più semplice questa operazione.

Una volta sformata, cospargere di zucchero a velo e gustare: a me piace così, in purezza!

Suggerimenti:

Se non avessimo uno stampo da chiffon cake, possiamo usare il nostro stampo preferito, avendo cura però di imburrare ed infarinare molto bene la superficie, oppure usare uno staccante spray.

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

… perchè una ciambella al cioccolato è sempre un’ottima idea… e se poi magari abbiamo voglia di usare uno stampo particolare, che abbiamo in casa, che sia in silicone o in alluminio?

Ecco, allora questa ricetta è da provare: facile e di sicura riuscita.

L’importante, come consiglio sempre, è usare un buon staccante, in modo da ottenere la forma desiderata.

Ecco la ricetta: 

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

Per uno stampo da 24 cm

  • 150 gr di farina 
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 250 gr di mascarpone a temperatura ambiente
  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 50 gr di cacao amaro di ottima qualità
  • 1 cucchiaino di cannella (se gradito)
  • 1 bustina di lievito per dolci

Montare a lungo con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, finchè saranno triplicate di volume. Aggiungere il mascarpone, mescolando delicatamente, e successivamente il cacao, la farina ed il lievito setacciati insieme. (se gradita, aromatizzare con il cucchiaino di cannella), mescolando sempre con delicatezza. 

Trasferire il composto nel vostro stampo preferito, spruzzato con un abbondante strato di spray staccante (come se dovessimo verniciare la superficie). 

Cuocere in forno ventilato a 170° per circa 25 min (fare la prova stecchino).

Qui è proposta in purezza, ma per i più golosi (come me 🙂 ), propongo una irresitibile cascata di glassa al cacao:

PER LA GLASSA:

  • 150 g di zucchero a velo
  • 20 g di cacao amaro
  • 20 g di burro fuso al microonde
  • 4 cucchiai di acqua calda

Mescolare lo zucchero a velo con il burro fuso ed il cacao. Aggiungere l’acqua calda un cucchiaio alla volta fino ad ottenere una consistenza non troppo liquida. Aspettare qualche minuto che la glassa si rapprenda.

Versare sul ciambellone raffreddato.

Enjoy!

Cheesecake alla Vaniglia e Lamponi senza cottura

Cheesecake alla Vaniglia e Lamponi senza cottura

Una base di biscotti tritati (sì, anche quelli rotti, o avanzati nei sacchetti), uno strato di confettura di lamponi, una morbida crema aromatizzata alla vaniglia, e via libera alla fantasia per la decorazione: un dolce senza cottura, semplice e veloce da realizzare, che sono sicura stupirà le persone che lo gusteranno con voi!

La ricetta è ispirata ad una delle fantastiche creazioni di Valentina @laricettachevale, che ho avuto il piacere di incontrare di persona, e che incanta con le sue torte.

CHEESECAKE ALLA VANIGLIA E LAMPONI

Per uno stampo con fondo removibile di circa 22 cm

Ingredienti

  • 200 gr di biscotti
  • 120 gr di burro fuso e raffreddato
  • 1 pizzico di sale
  • confettura di lamponi (2/3 cucchiai)
  • 150 gr di formaggio tipo Philadelphia
  • 150 gr di panna liquida fresca
  • 40 gr di zucchero a velo
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia

In un mixer tritate i biscotti finemente. Aggiungere il burro fuso e raffreddato ed il pizzico di sale e mescolare, ottenendo un composto sabbioso, con il quale andremo a foderare lo stampo con il fondo amovibile (necessario per sformare il dolce).

Base cheesecake con biscotti tritati

Trasferire lo stampo in frigorifero per un’ora almeno.

Montare con le fruste elettriche la panna con il Philadelphia (freddi  da frigo),  lo zucchero a velo e l’estratto di vaniglia (o i semini di mezza bacca) fino a che non avremo un composto morbido e cremoso.

Riprendere lo stampo con il fondo di biscotti tritati, spalmare un generoso strato di composta di lamponi, e con una sac-a-poche, formare lo strato di crema di formaggio (possiamo versarlo anche con una spatola, ma spalmandolo, tenderà ad alzare anche la composta di lamponi).

Trasferire in frigorifero per almeno 2 ore.

Prima di servire decorare a piacere con qualche biscotto, frutti di bosco, foglioline di menta.

E se preferite la versione della cheesecake cotta? Ecco qui la mia ricetta preferita: cheesecake cotta senza base con glassa al cacao.