Torta di Mele alla Panna

Torta di Mele alla Panna

Questa torta supermorbida alle mele e panna (panna fresca da usare nell’impasto) è una delle ricette più gettonate del mio profilo Instagram!

E’ piaciuta talmente tanto che è diventata uno dei miei cavalli di battaglia.

Adoro presentarla nella teglia in alluminio che era di mia mamma Clelia: ho come la sensazione che venga ancora più buona, ma forse è la dolcezza del ricordo che la accompagna.

Qui è presentata nella versione con le mele: il risultato sarà meraviglioso anche con la vostra frutta di stagione preferita!

Ecco la ricetta:

TORTA DI MELE ALLA PANNA

Ingredienti (per una tortiera da circa 22-24 cm)

200 gr di farina 

50 gr di olio di girasole

120 gr di zucchero 

2 uova

1 pizzico di sale 

200 ml di panna da montare liquida (quella del banco frigo)

10 gr di lievito per dolci

buccia grattugiata di un limone bio 

cannella (per chi piace)

2 mele golden (o quelle che avete a casa) 

Procedimento

Montare con le fruste elettriche a lungo (circa 10 minuti) le uova con lo zucchero, finchè aumenteranno di volume.

Aggiungere l’olio, la buccia grattugiata di limone, il pizzico di sale, la panna ed infine la farina setacciata con il lievito. 

Trasferire in una tortiera (da 22-24 cm) ricoperta di carta forno (o imburrata ed infarinata) e disporre le fettine di mele a raggera come nella foto qui sotto.

Cospargere con zucchero di canna e cannella. Infornare a 180° per circa 40 minuti (fare sempre la prova stecchino, per verificare che la torta sia cotta). 

Una volta pronto, sformare il dolce e spolverizzare di zucchero a velo.

Gustare tiepida. Vi darà grandi soddisfazioni in ogni momento della giornata!

Torta di mele in stile vintage

La Chiffon Cake di Barbara

La Chiffon Cake di Barbara

Una ricetta alla quale sono particolarmente affezionata questa, perchè è un regalo della mia amica Barbara, splendida padrona di casa del Bed & Breakfast Cututisuite a Ziano Piacentino: un luogo incantevole dove immergersi nella bellezza, con l’allegra (e per me importantissima) compagnia del suo Golden Retriever Giotto.

La mia versione qui di seguito è declinata per uno stampo più piccolo da 18 cm: un aroma di vaniglia e limone che sa di cose buone d’altri tempi, che mi riporta subito in un luogo in cui vorrei essere @cucutisuite , e dove presto tornerò!

CHIFFON CAKE DI BARBARA

Ingredienti:

(per uno stampo da 18 cm)

  • Zucchero extrafine 150 g
  • Farina 145 g
  • Acqua 100 g
  • Olio di semi di girasole 60 g
  • Uova  grandi 3
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia
  • Scorza di limone bio 1/2
  • Lievito in polvere per dolci ½ bustina
  • Cremor Tartaro 4 g (mezza bustina)
  • Sale fino  1 g

Setacciare la farina con il lievito, aggiungere lo zucchero extrafine ed il sale e mescolare.

Separare i tuorli dagli albumi, e montare quest’ultimi molto bene assieme al cremor tartaro (darà una consistenza particolare alla torta, supersoffice).

Nel frattempo, mescolare i tuorli (non serve montare) con l’acqua, l’olio e aggiungere gli aromi (estratto di vaniglia e buccia di limone grattugiata).

Incorporare gli ingredienti secchi (farina+lievito+sale) e mescolare delicatamente. Infine aggiungere gli albumi montati ed amalgamare con una spatola delicatamente con un movimento dall’alto al basso, per mantere il composto arioso.

Versare il composto in uno stampo da chiffon cake (in questo caso non serve imburrare ed infarinare) e cuocere in forno ventilato a circa 160° per 30 minuti (fare la prova stecchino).

Una volta cotta, capovolgere e lasciare raffreddare completamente. Lo stampo da chiffon cake ha dei piedini ed il fondo removibile che rendono più semplice questa operazione.

Una volta sformata, cospargere di zucchero a velo e gustare: a me piace così, in purezza!

Suggerimenti:

Se non avessimo uno stampo da chiffon cake, possiamo usare il nostro stampo preferito, avendo cura però di imburrare ed infarinare molto bene la superficie, oppure usare uno staccante spray.

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

… perchè una ciambella al cioccolato è sempre un’ottima idea… e se poi magari abbiamo voglia di usare uno stampo particolare, che abbiamo in casa, che sia in silicone o in alluminio?

Ecco, allora questa ricetta è da provare: facile e di sicura riuscita.

L’importante, come consiglio sempre, è usare un buon staccante, in modo da ottenere la forma desiderata.

Ecco la ricetta: 

BUNDT CAKE AL CIOCCOLATO E MASCARPONE

Per uno stampo da 24 cm

  • 150 gr di farina 
  • 180 gr di zucchero di canna
  • 250 gr di mascarpone a temperatura ambiente
  • 4 uova a temperatura ambiente
  • 50 gr di cacao amaro di ottima qualità
  • 1 cucchiaino di cannella (se gradito)
  • 1 bustina di lievito per dolci

Montare a lungo con le fruste elettriche le uova con lo zucchero, finchè saranno triplicate di volume. Aggiungere il mascarpone, mescolando delicatamente, e successivamente il cacao, la farina ed il lievito setacciati insieme. (se gradita, aromatizzare con il cucchiaino di cannella), mescolando sempre con delicatezza. 

Trasferire il composto nel vostro stampo preferito, spruzzato con un abbondante strato di spray staccante (come se dovessimo verniciare la superficie). 

Cuocere in forno ventilato a 170° per circa 25 min (fare la prova stecchino).

Qui è proposta in purezza, ma per i più golosi (come me 🙂 ), propongo una irresitibile cascata di glassa al cacao:

PER LA GLASSA:

  • 150 g di zucchero a velo
  • 20 g di cacao amaro
  • 20 g di burro fuso al microonde
  • 4 cucchiai di acqua calda

Mescolare lo zucchero a velo con il burro fuso ed il cacao. Aggiungere l’acqua calda un cucchiaio alla volta fino ad ottenere una consistenza non troppo liquida. Aspettare qualche minuto che la glassa si rapprenda.

Versare sul ciambellone raffreddato.

Enjoy!

Cheesecake alla Vaniglia e Lamponi senza cottura

Cheesecake alla Vaniglia e Lamponi senza cottura

Una base di biscotti tritati (sì, anche quelli rotti, o avanzati nei sacchetti), uno strato di confettura di lamponi, una morbida crema aromatizzata alla vaniglia, e via libera alla fantasia per la decorazione: un dolce senza cottura, semplice e veloce da realizzare, che sono sicura stupirà le persone che lo gusteranno con voi!

La ricetta è ispirata ad una delle fantastiche creazioni di Valentina @laricettachevale, che ho avuto il piacere di incontrare di persona, e che incanta con le sue torte.

CHEESECAKE ALLA VANIGLIA E LAMPONI

Per uno stampo con fondo removibile di circa 22 cm

Ingredienti

  • 200 gr di biscotti
  • 120 gr di burro fuso e raffreddato
  • 1 pizzico di sale
  • confettura di lamponi (2/3 cucchiai)
  • 150 gr di formaggio tipo Philadelphia
  • 150 gr di panna liquida fresca
  • 40 gr di zucchero a velo
  • Un cucchiaino di estratto di vaniglia

In un mixer tritate i biscotti finemente. Aggiungere il burro fuso e raffreddato ed il pizzico di sale e mescolare, ottenendo un composto sabbioso, con il quale andremo a foderare lo stampo con il fondo amovibile (necessario per sformare il dolce).

Base cheesecake con biscotti tritati

Trasferire lo stampo in frigorifero per un’ora almeno.

Montare con le fruste elettriche la panna con il Philadelphia (freddi  da frigo),  lo zucchero a velo e l’estratto di vaniglia (o i semini di mezza bacca) fino a che non avremo un composto morbido e cremoso.

Riprendere lo stampo con il fondo di biscotti tritati, spalmare un generoso strato di composta di lamponi, e con una sac-a-poche, formare lo strato di crema di formaggio (possiamo versarlo anche con una spatola, ma spalmandolo, tenderà ad alzare anche la composta di lamponi).

Trasferire in frigorifero per almeno 2 ore.

Prima di servire decorare a piacere con qualche biscotto, frutti di bosco, foglioline di menta.

E se preferite la versione della cheesecake cotta? Ecco qui la mia ricetta preferita: cheesecake cotta senza base con glassa al cacao.

Brioche alla Panna, Confettura e Mandorle

Brioche alla Panna, Confettura e Mandorle

Ecco una delle ricette che in assoluto ha più riscosso successo sul mio profilo Instagram!

La propongo per la prima volta qui sul blog per festeggiare l’hashtag #lievitatiacolazione creato con le mie amiche Tati, Vero, Rita e Consu, che tanto successo sta riscontrando tra gli appassionati di lievitati.

Buona e semplice da realizzare, è una brioche resa morbidissima dalla panna fresca nell’impasto e dalla confettura di albicocche che dona un twist di sapore insieme alle mandorle a lamelle.

Ecco la ricetta:

BRIOCHE ALLA PANNA CON CONFETTURA E MANDORLE

Ingredienti

  • 250 g di farina 00
  • 250 g di farina manitoba
  • 40 ml di olio di girasole
  • 80 g di zucchero
  • 5 g di lievito di birra secco
  • 5 g di sale (circa un cucchiaino)
  • buccia grattugiata di arancia o limone
  • 160 ml di latte intero
  • 150 ml di panna fresca
  • confettura di albicocche
  • mandorle a lamelle
  • zucchero a velo

Preparate un lievitino mescolando in una ciotola 100 g di farina 00, 1 cucchiaino di zucchero semolato, il lievito di birra secco e mescolate. Aggiungete 90 ml di latte intero a temperatura ambiente, mescolando ancora con un cucchiaio di legno (tutti ingredienti sono da considerare presi dal totale sopra riportato). Lasciare riposare coperto da pellicola per 30 minuti.

Aggiungere gli ingredienti liquidi in una ciotola grande: buccia grattugiata di limone o arancia, zucchero, latte e panna (rimanenti) e olio, e mescolare con una forchetta. Aggiungere il lievitino e via via le farine. Lavorate il composto, aggiungere il sale sciolto in pochissima acqua e formare un panetto omogeneo.

Trasferire il tutto su un piano infarinato e lavorare fino ad ottenere un panetto elastico.

Fare lievitare fino al raddoppio, in un recipiente coperto e se possibile nel forno spento ma con la luce accesa e una ciotola di acqua calda (si creerà così un cella di lievitazione). Ci vorranno 3 ore circa.

Riprendete l’impasto lievitato e stendetelo in un bel rettangolo. Spalmare il rettangolo con la vostra confettura preferita (nel mio caso albicocche) e arrotolare per il lato lungo.

Tagliare con un coltello affilato a metà il rettangolo nel senso della lunghezza. Si otterranno così due lunghi rettangoli che andranno intrecciati, premendo le estremità.

Coprire con un canovaccio e far lievitare altri 30 minuti.

Cospargere con le mandorle a lamelle e infornare a 180° per circa 30 minuti (fino a doratura) – la cottura dipende dal vostro forno: io preferisco la modalità “ventilato”.

Una volta cotta, cospargere con zucchero a velo e gustare!

Suggerimenti:

Possiamo sostituire la confettura con una golosa crema di nocciole

Se dovesse avanzare, possiamo tagliarla a fette e congelarla così porzionata. La sera prima sarà sufficiente estrarre dal freezer la quantità desiderata per la colazione della mattina successiva.

E se ti piacciono i lievitati permettimi di suggerirti questa fantastica ricetta dei Cinammon Rolls: clicca qui.

Biscotti morbidi ai Fichi Neri e Rum

Biscotti morbidi ai Fichi Neri e Rum

E se i fichi fossero ormai un po’ troppo maturi?

Ne facciamo una confettura, e magari la usiamo come ripieno di questi bicotti morbidissimi, conosciuti anche come “Settembrini” che in questo periodo vanno molto di moda!

Nella mia ricetta ho usato una frolla all’olio aromatizzata al limone (prendendo ispirazione da Benedetta Rossi), facilissima da realizzare, senza tempi di riposo e che rimane morbidissima. Veramente una bella scoperta.

Per il ripieno, poichè i miei fichi erano bio, ho aggiungo anche un paio di bucce per addensare, dato che sono ricche di pectina, come mi ha insegnato Sara di Cookissbakery. E un goccio di Rum a dare un twist in più.

Ecco la ricetta per una dozzina di biscotti.

BISCOTTI MORBIDI AI FICHI e RUM CON FROLLA ALL’OLIO

Per la frolla all’olio:

  • 1 uovo intero
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 40 gr di olio di semi  di girasole
  • 160 gr di farina
  • 4 gr di lievito per dolci (un cucchiano da caffè)
  • un pizzico di sale
  • Scorza grattugiata di un limone bio

Impastiamo con la planetaria o in una ciotola capiente con le mani l’uovo con lo zucchero, il sale, la scorza del limone, l’olio ed infine la farina con il lievito, finchè non otterremo una palla elastica che potremo utilizzare subito.

Stendere la frolla così ottenuta in rettangolo dello spessore di 3/4 mm, largo circa 10/12 cm, e lungo circa 20 cm.

Per il ripieno:

10 fichi neri maturi (2 con la buccia e gli altri sbucciati)

2 cucchiai di zucchero di canna

1 goccio di rum (se gradito)

In una padella antiaderente far cuocere i fichi con lo zucchero ed il goccio di rum finchè non saranno rappresi (la pectina della buccia farà da addensante). Fare raffreddare il ripieno.

Una volta freddo, stenderlo al centro del rettangolo di pasta frolla, in una larghezza di circa 3 cm. Ripiegare a portafoglio i lembi della pasta frolla, in modo da incorporare il ripieno.

Tagliare il rettangolo ottenuto in modo da ottenere dei biscotti da circa 2 cm di larghezza, che trasferiremo su una placca con carta forno.

Infornare a 180° per circa 20/25 min fino a doratura.

Cospargere di zucchero a velo e gustare tiepidi o a tempetura ambiente. Si manterranno morbidi per più giorni.

E se avete voglia di un altro suggerimento con i fichi, ecco qui la mia crostata ai fichi neri.